752 Letture punti patente

Punti patente: cosa sono, come si perdono e come si recuperano

Consigli utili
febbraio 26, 2018
Condividi: Facebook Google LinkedIn Tumblr Twitter Digg

I cosiddetti punti patente sono alla base del meccanismo della patente in vigore in Italia. Ogni titolare di patente ha a disposizione 20 punti, ma in caso di infrazione la legge prevede la loro decurtazione. I punti della patente possono essere monitorati per sapere quanti ne rimangono, e in caso di azzeramento, è possibile recuperarli.
Vediamo come funziona il meccanismo della patente a punti, come si fa a controllare il saldo e quali sono le infrazioni del codice della strada che ne prevedono la decurtazione.

Leggi anche: Patente: guida completa a tutte le categorie, dalla A alla D! 

Il meccanismo dei punti patente 

Dal momento del rilascio della patente di guida, a ogni neopatentato sono automaticamente assegnati 20 punti. In caso di infrazioni più o meno gravi del codice stradale italiano (vedremo poi alcune delle più frequenti) i punti patente possono essere decurtati. La corrispondenza tra violazione del codice stradale e numero di punti sottratti è fissa e dipende dalla gravità dell’infrazione. QUI è possibile vedere nel dettaglio la Tabella punti prevista dal codice stradale. La decurtazione dei punti patente, ovviamente, non esclude l’applicazione delle sanzioni già previste per le infrazioni.

Tra le violazioni più frequenti che prevedono una decurtazione punti patente ci sono: mancata accensione delle luci (-1 punto), sosta in corrispondenza fermata autobus (- 2 punti), eccesso di velocità superiore a 10 km/h (-3 punti), omissione di soccorso in caso di incidente (-4 punti), mancato uso del casco o delle cinture di sicurezza ma anche abuso del telefono cellulare alla guida (- 5 punti), guida in stato di ebbrezza (-10 punti).

Leggi anche: Auto in inverno: 5 consigli indispensabili per proteggerla da ghiaccio e gelo

Bonus e casi particolari

Il meccanismo dei punti patente prevede però anche un “reintegro” automatico: infatti, ai conducenti che hanno almeno 20 punti viene automaticamente assegnato un “bonus” di 2 punti ogni due anni trascorsi senza infrazioni che prevedono decurtazioni. I neopatentati che non commettono infrazioni con perdita di punti vengono premiati con un ulteriore punto all’anno per i primi 3 anni dal conseguimento della patente. Con questo sistema di bonus si possono raggiungere al massimo 30 punti.

Il meccanismo prevede alcune eccezioni. Tra queste ricordiamo:

  • per i neopatentati, nei primi tre anni, i punti persi per ogni violazione vengono raddoppiati.
  • Se vengono commesse più infrazioni contemporaneamente, possono essere tolti al massimo 15 punti. Se però tra le infrazioni ce n’è una che comporta la sospensione o la revoca della patente, vengono sottratti tutti i punti previsti senza alcuna limitazione.
  • Nel caso in cui l’infrazione non venga contestata immediatamente, il proprietario del veicolo ha l’onere di comunicare i dati di chi si trovava alla guida. In questo modo, i punti patente saranno sottratti dalla patente di chi ha commesso la violazione. Se la comunicazione non avviene, i punti non saranno decurtati ma verrà applicata una sanzione amministrativa, in genere molto salata.

Leggi anche: Motore auto: 7 consigli top per farlo durare a lungo e renderlo più efficiente!

Come controllare il saldo dei punti patente

Il saldo dei punti patente si può controllare in ogni momento, in tre modi. Il primo è tramite il sito web del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il Portale dell’Automobilista, previa registrazione. Il secondo, telefonando al numero 848782782, attivo 7 giorni su 7 al costo di una telefonata urbana. In questo caso, una voce vi guiderà nei passaggi da compiere e vi chiederà alcuni dati da inserire per arrivare alle vostre informazioni personali. Il terzo, scaricando iPatente, la app del Ministero dei trasporti, tramite la quale si può accedere al saldo punti e ai dettagli delle variazioni di punteggio.

Cosa fare se si perdono tutti i punti patente

In caso si raggiunga l’azzeramento dei punti patente scatta l’obbligo della revisione della patente e bisogna rifare l’esame, sia di teoria che di pratica, presso una scuola guida o anche alla Motorizzazione. Nell’attesa, è comunque possibile circolare utilizzando la patente “senza punti” e dopo il superamento dell’esame saranno riassegnati di nuovo i 20 punti iniziali. Il sito del Ministero dei Trasporti però parla chiaro: «se gli esami non vengono sostenuti o non vengono superati la patente è sospesa a tempo indeterminato»! 

Il nostro consiglio

Avrete capito che guidare è anche una cosa seria, ma anche occuparsi del comfort della vostra automobile lo è! Scegliete la vostra fragranza ideale tra quelle proposte da Arbre Magique® e appendetela in auto! Scoprite la linea dei prodotti: non solo tutti i nuovi alberelli, ma anche Clip, Bel Air e ora anche il nuovissimo POP!

SCOPRI QUI  TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI MYCAR PER LA CURA DELLA TUA AUTO!

come fare saldo punti patente

Condividi: Facebook Google LinkedIn Tumblr Twitter Digg

Commenti: