8510 Letture antenna_radio

Antenna radio: modelli, costi e montaggio. Tutto quello che bisogna sapere

Consigli utili
ottobre 3, 2017
Condividi: Facebook Google LinkedIn Tumblr Twitter Digg

Antenna radio: modelli, costi e montaggio. Tutto quello che bisogna sapere. L’antenna dell’automobile permette la ricezione dei segnali radio ma ha anche una funzione estetica, soprattutto se è esterna. Comprare, smontare e montare da soli l’antenna è un’operazione molto semplice: vediamo come si fa.

Leggi anche: Portapacchi auto: come si montano le barre portatutto sul tetto

Antenna radio: perché cambiarla

Prima o poi capita a tutti di dover sostituire l’antenna di serie dell’automobile. Non è raro infatti che l’antenna si rompa o smetta di funzionare. Oppure, si può decidere di cambiarla perché si è stufi della forma o del colore (gli appassionati di tuning lo sanno bene!).

Prima di procedere con l’acquisto dell’antenna, assicuratevi che sia compatibile con la vostra auto e che il montaggio non sia troppo complicato.

Tipi di antenne radio

Nei siti di e-commerce e nei negozi specializzati si trovano molti modelli di antenne che differiscono dal punto di vista estetico, per alcune funzioni e per il montaggio.

Un’antenna molto diffusa è quella “universale”, di solito con asta lunga in gomma e dal prezzo contenuto. L’antenna universale è una buona soluzione se non siete sicuri delle specifiche della vostra auto o se non volete perdere troppo tempo tra libretti di istruzioni e montaggio.

Esistono poi le antenne auto personalizzate, cioè quelle create appositamente per un determinato modello auto. I modelli personalizzati hanno però, di solito, un costo più alto.

Un altro tipo di antenna auto molto amata è quella cosiddetta a “pinna di squalo”, che ha una funzione soprattutto estetica e che si posizione sul tettuccio dell’auto “coprendo” l’antenna vera e propria. Se si sceglie questo tipo di antenna, meglio preferirne una dello stesso colore della carrozzeria.

L’antenna per auto corta è quella preferita da molti, perché esteticamente più gradevole e perché di facile montaggio: basta avvitarla e il gioco è fatto.

Anche le antenne interne sono molto diffuse. Come è intuibile dal nome, sono quelle che vanno posizionato dentro l’abitacolo della macchina e non sul tettuccio. Questo tipo di antenne ha un prezzo spesso molto ridotto ed è quasi sempre universale e autoadesiva. Basta attaccarla semplicemente al vetro.

Leggi anche: Batteria dell’auto scarica: come farla ripartire da soli

Consigli per il montaggio dell’antenna radio

Prima di tutto bisogna sapere che per legge le antenne che si montano sul tetto non possono sporgere oltre la sagoma dell’auto.

Iniziate a smontare la vecchia antenna: per toglierla è quasi sempre sufficiente svitarla. Se con il tempo si è corrosa o si è ossidata, bisogna utilizzare un olio lubrificante o un paio di tenaglie. Per montare la nuova, avvitatela nella stessa posizione della vecchia, senza forzare troppo.

Se avete scelto un’antenna a pinna di squalo, assicuratevi che nella confezione sia già compreso un nastro biadesivo sagomato. Se non c’è, comprate a parte un rotolo di biadesivo o una colla a fissaggio forte.

Importante: prima di procedere con il posizionamento dell’adesivo, lavate bene la zona della carrozzeria intorno all’antenna, altrimenti il biadesivo non aderirà. Potete utilizzare un detergente per auto come il Pulitore Rapido Senza Risciacquo MyCar. Se invece la vecchia antenna ha lasciato tracce di ruggine o colla, applicate un prodotto specifico come il Rimuovi Colla Resina e Catrame MyCar.

Il nostro consiglio

Montare da soli l’antenna auto è davvero un’operazione semplice e vi permetterà di risparmiare denaro. Se avete qualche dubbio, comprate l’antenna in un negozio fisico e rivolgete le vostre domande al commesso specializzato. Saprà consigliarvi nel modo migliore!

Scopri qui tutta la linea dei prodotti MyCar per la cura della tua auto!

antenna radio pinna di squalo

Condividi: Facebook Google LinkedIn Tumblr Twitter Digg

Commenti: